AGV MOVE, il nuovo sistema a guida ottica di Trilogiq Italia

In realtà lavorative e stabilimenti dove si rivela necessario movimentare beni e merci di vario tipo, dimensione e peso, la presenza di macchinari automatizzati si può rivelare estremamente preziosa qualora essi soddisfino requisiti di precisione nei movimenti, velocità di esecuzione, e semplicità di utilizzo. Quando poi tali macchinari, solitamente denominati AGV (Automated Guided Vehicle – Veicolo a guida automatica), vengono impiegati in luoghi e situazioni lavorative che prevedono la presenza di personale umano sui loro percorsi, un ulteriore requisito che è quello della sicurezza diventa altrettanto se non maggiormente importante. Proprio le caratteristiche relative alla sicurezza di questi veicoli si rivelano allo stesso modo preziose in ambiti dove la movimentazione riguarda merci particolarmente delicate, o dove siano presenti altri macchinari e apparecchi particolarmente sensibili e fragili (ad esempio macchinari per la taratura o strumenti di precisione). Continue reading

Dal real-time testing alla realtà aumentata per l’industria

Bylogix ha sviluppato per SKF Industries un sistema di test, analisi e sviluppo per i componenti di una trasmissione a cinghia polyV in grado di emulare le sollecitazioni tipiche dell’applicazione reale.

Bylogix srl sarà presente come espositore alla manifestazione AFFIDABILITÀ & TECNOLOGIE: tutti i Visitatori avranno quindi la possibilità di confrontarsi su questo e altri Casi Applicativi con i loro esperti direttamente in fiera. L’appuntamento da non perdere è a Torino al Lingotto Fiere il 22-23 Aprile 2015!

DIVENTA ESPOSITORE ISCRIVITI COME VISITATORE

Curandone la progettazione sia elettronica sia meccanica, Bylogix ha realizzato un banco costituito da due motori “brushless” che simulano, rispettivamente, il motore termico (ICE EM) e lo starter-alternator (Alternator EM) presenti sulla cinghia. Il banco è controllato da xtlogix, sistema di testing e validazione Hardware-In-the-Loop (HIL) capace di svolgere anche la funzione di acquisizione dati.

bylogix_realtime-testing-realta-aumentataL’applicazione è in grado di calcolare in tempo reale gli stimoli con cui sollecitare la trasmissione, di emulare le irregolarità di coppia e di velocità, caratteristiche di un motore a combustione interna e, contemporaneamente, di acquisire le informazioni provenienti dai sensori presenti sul banco: l’angolo e la coppia diretta verso le pulegge, la rotazione assoluta e l’angolo della parte di puleggia più vicina alla cinghia, la tensione della cinghia, la temperatura della zona in cui è alloggiato il gruppo trasmissione.

Bylogix ha inoltre collegato il sistema ad un ‘wearable device‘, permettendo così all’utente di visualizzare sullo stesso dispositivo lo stato del test e l’andamento delle variabili coinvolte. Inquadrando una qualsiasi parte del banco attraverso il wearable device, è possibile vedere, in sovrapposizione al componente identificato, gli andamenti delle grandezze fisiche che lo concernono ed altri parametri di rilievo.

Il risultato finale è un’applicazione capace di sfruttare tutti i vantaggi derivanti dalla tecnologia real-time e dall’impiego della realtà aumentata in campo industriale.

Nuove VMU per veicoli ibridi sempre più performanti

Le architetture elettriche ed elettroniche in veicoli commerciali sono già oggi molto complesse e vedono la presenza di un gran numero di unità di controllo elettronico (ECU) che interagiscono tra di loro al fine di garantire la funzionalità complessiva. Partendo da queste considerazioni, che valgono per veicoli di qualsiasi tipologia, la situazione si complica se si pensa ai veicoli non convenzionali dove è necessario interagire con le normali funzionalità. In questi contesti diventa necessario pensare ad un supervisore in grado di coordinare tutte le attività

L’unità di gestione del veicolo (Vehicle Management Unit – VMU) costituisce, pertanto, il cuore pulsante di un veicolo elettrico o ibrido.

Monet-vmuEssa rappresenta lo strumento per realizzare la risposta caratteristica del veicolo e gestire l’iterazione tra l’uomo e il veicolo stesso.
Le caratteristiche principali di una centralina elettronica di questo tipo sono:

  • capacità di interfacciarsi con i principali bus di campo presenti sul veicolo per fare da gateway tra differenti funzioni;
  • disponibilità di I/O generici e configurabili per offrire la possibilità di leggere e comandare ingressi ed uscite acquisite direttamente dal campo.

VMU cosi ideate e progettate rispondono appieno alle caratteristiche di flessibilità e versatilità richieste dai progetti di veicoli a basso impatto ambientale. Hanno la capacità di essere facilmente programmabili attraverso un’insieme di strumenti di facile utilizzo e che permettano nello stesso tempo la facile integrazione con le nuove metodologie di Model Based Design. Questa metodologia infatti permette il reimpiego di funzioni già validate e nello stesso tempo di avere una documentazione del software sempre aggiornata ed allineata con quanto effettivamente implementato, punto di forza per tutte le principali linee guida per la certificazione.

Questo e altri argomenti relativi al settore Automotive saranno trattati durante AFFIDABILITÀ & TECNOLOGIE, la manifestazione internazionale dedicata alle tecnologie innovative, dove i Visitatori troveranno numerosi Espositori con le migliori tecnologie e relativi Casi Applicativi da poter discutere con i loro esperti direttamente in fiera. L’appuntamento da non perdere è a Torino al Lingotto Fiere il 22-23 Aprile 2015!

DIVENTA ESPOSITORE ISCRIVITI COME VISITATORE

La MONET SRL di Torino ha sviluppato una VMU, la BODYV850, già pronta per essere impiegata in contesti veicolari innovativi dove la flessibilità, l’affidabilità e l’elevata integrazione con altri componenti elettronici risultano essere le parole chiave. Una delle architetture più complesse implementate attraverso l’utilizzo di una BODYV850 è quella del nuovo IVECO Daily 2014 elettrico, vincitore del titolo “VAN of the YEAR 2015”, un veicolo con portata utile di 3 tonnellate, un record assoluto per un veicolo elettrico, e soprattutto zero emissioni.

monet-iveco-daily-miniLa VMU model BODYV850 sarà anche il cuore pulsante dove vivranno le logiche di gestione e controllo di questo innovativo veicolo. La centralina implementerà le logiche sviluppate dagli Ingegneri di Iveco, anche con l’ausilio di una “tool chain di sviluppo e debug in real time” di cui le BODYV850 dispongono a bordo del sistema operativo di fabbrica.

La BODYV850 ed i relativi tools SW di sviluppo sono visionabili in anteprima alla fiera di Affidabilità e Tecnologia – stand B7 MONET SRL.